31° Convegno Capri

Innovazione, investire in ricerca, sviluppo e industria 4.0

2016-10-21

Napoli

31° Conference in Capri

“Innovazione, sviluppo e politiche industriali” i temi principali discussi al 31° Convegno Giovani Imprenditori tenutosi a Capri il 21 e 22 ottobre 2016.
Noi di Axcent eravamo presenti insieme a 1500 imprenditori ed a numerose personalità del mondo politico.

stand-axcentRiflettori quindi accesi sui giovani imprenditori che, all’’interno delle proprie aziende, hanno già cominciato adadottare il modello della c.d.
Fabbrica 4.0 o Smart Factory segnando di fatto una rilevante inversione di tendenza tra vecchie e nuove generazioni, tra padri e figli, ma entrambi incerti sugli effetti che l’’iper-ammortamento, previsto dalla nuova
Legge di stabilità, produrrà sugli investimenti. Sull’industria 4.0 è intervenuto il Presidente del Gruppo Donelli – società attiva nel campo industriale dei trattamenti protettivi ed estetico/protettivi – che ha parlato di investimenti in corso per 2 milioni di euro per migliorare i processi produttivi e di un grande impegno di tipo “4.0” per monitorare l’attività nei principali stabilimenti.

Sullo stesso argomento è intervenuta Susanna Moccia, Presidente dei Giovani
della provincia di Napoli, la quale ha parlato dell’’industria della pasta quale
“settore maturo e tradizionale per eccellenza” sul quale però è necessario
impegnarsi con progetti di forte innovazione.
La fabbrica della pasta di Gragnano, ad esempio, da luglio ha adottato per prima in Italia una nuova tecnologia per la spillatura delle confezioni che abbraccia perfettamente i principi dell’industria 4.0. Un metodo innovativo che garantisce maggiore precisione, produttività e sicurezza sul lavoro, oltrechè consentire un notevole risparmio di energia elettrica e spazio.

Anche Nicola Altobelli, parlando della Ecoplast che a Foggia produce imballaggi in carta e in plastica per i settori dell’’automotive e del petrolchimico, punta a costruire prodotti intelligenti ribadendo che le opportunità offerte dalla legge di stabilità aiuteranno ad accrescere la competitività.

Secondo il Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, l’Italia è in ritardo con i programmi dell’’industria 4.0 rispetto agli Usa, alla Francia ed alla Germania. Ora deve recuperare con un modello tutto italiano basato sulla valorizzazione delle piccole e delle medie imprese contrariamente al progetto francese incentrato ad investire sui “campioni nazionali” ovvero le grandi imprese.

download programma forti